hrcak mascot   Srce   HID

Izvorni znanstveni članak

DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO

Ambroz Tudor ; Državna uprava za zaštitu kulturne i prirodne baštine, Glavno povjerenstvo u Splitu

Puni tekst: talijanski, pdf (7 MB) str. 301-302 preuzimanja: 341* citiraj
APA 6th Edition
Tudor, A. (1994). DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34 (1), 301-302. Preuzeto s https://hrcak.srce.hr/115958
MLA 8th Edition
Tudor, Ambroz. "DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol. 34, br. 1, 1994, str. 301-302. https://hrcak.srce.hr/115958. Citirano 28.05.2020.
Chicago 17th Edition
Tudor, Ambroz. "DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji 34, br. 1 (1994): 301-302. https://hrcak.srce.hr/115958
Harvard
Tudor, A. (1994). 'DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO', Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34(1), str. 301-302. Preuzeto s: https://hrcak.srce.hr/115958 (Datum pristupa: 28.05.2020.)
Vancouver
Tudor A. DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji [Internet]. 1994 [pristupljeno 28.05.2020.];34(1):301-302. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115958
IEEE
A. Tudor, "DUE CHIESE DI VIS (LISSA) E LA LORO FORTIFICAZIONE NEL XVII SECOLO", Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol.34, br. 1, str. 301-302, 1994. [Online]. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115958. [Citirano: 28.05.2020.]
Puni tekst: hrvatski, pdf (7 MB) str. 285-301 preuzimanja: 348* citiraj
APA 6th Edition
Tudor, A. (1994). DVIJE VIŠKE CRKVE I NJIHOVO UTVRĐIVANJE U 17. STOLJEĆU. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34 (1), 285-301. Preuzeto s https://hrcak.srce.hr/115958
MLA 8th Edition
Tudor, Ambroz. "DVIJE VIŠKE CRKVE I NJIHOVO UTVRĐIVANJE U 17. STOLJEĆU." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol. 34, br. 1, 1994, str. 285-301. https://hrcak.srce.hr/115958. Citirano 28.05.2020.
Chicago 17th Edition
Tudor, Ambroz. "DVIJE VIŠKE CRKVE I NJIHOVO UTVRĐIVANJE U 17. STOLJEĆU." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji 34, br. 1 (1994): 285-301. https://hrcak.srce.hr/115958
Harvard
Tudor, A. (1994). 'DVIJE VIŠKE CRKVE I NJIHOVO UTVRĐIVANJE U 17. STOLJEĆU', Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34(1), str. 285-301. Preuzeto s: https://hrcak.srce.hr/115958 (Datum pristupa: 28.05.2020.)
Vancouver
Tudor A. DVIJE VIŠKE CRKVE I NJIHOVO UTVRĐIVANJE U 17. STOLJEĆU. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji [Internet]. 1994 [pristupljeno 28.05.2020.];34(1):285-301. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115958
IEEE
A. Tudor, "DVIJE VIŠKE CRKVE I NJIHOVO UTVRĐIVANJE U 17. STOLJEĆU", Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol.34, br. 1, str. 285-301, 1994. [Online]. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115958. [Citirano: 28.05.2020.]

Sažetak
Nello studio sono pubblicati due documenti finora sconosciuti datati 1624 e provenienti dali ' Archivi o di Stato di Venezia, con i progetti di fortificazione del complesso dell 'ex-convento e della chiesa di S. Nicola, detto Muster, a Komiža (Comisa), e della chiesa parrocchiale della Madonna delle Grotte a Lissa. Oltre ai disegni delle fortificazioni i documenti riportano anche le piante degli edifici. Il complesso del convento e della chiesa di S. Nicola a Comisa era in origine un convento benedettino che i documenti menzionano la prima volta alla fine del XIII secolo, sebbene vi siano indizi della presenza di un convento minore o di celle dalla fine del IX o dall'inizio del X secolo . Il complesso conventuale fu fortificato alla fine del XIII secolo. Alla metà del XV secolo l'ordine benedettino nel convento fu soppresso, mentre la chiesa divenne la parrocchiale di Comisa. Il complesso conventuale dopo la soppressione dell'ordine subì notevoli modifiche. L'edificio sacro da piccola chiesa romanica si trasformò nell 'ampio spazio a cinque navate della chiesa odierna. Con la costruzione di una prefortificazione il complesso fu sensibilmente ampliato verso nord . Il documento del 1624 riporta la pianta del complesso conventuale che, unita ai dati noti , dà un ' idea più chiara del suo sviluppo. Confrontando la pianta della prefortificazione con quanto costru ito fino alla metà del XVII secolo , constatiamo che vi è una fo rte differenza tra quanto ideato e quanto realizzato. La prefortificazione, che doveva copri re tutta la parte nord del complesso, è limitata alla parte nord-ovest dello stesso. Al momento della costruzione della fortificazione lo spazio di fronte alla facciata della chiesa subì delle modifiche. La chiesa parrocchiale della Madonna delle Grotte a Lissa dall ' inizio del XVI secolo, quando fu costruita come edificio a una sola navata, fino a lla fine del XVIII seco lo, quando assunse l 'aspetto odierno, subi una serie di ampliamenti. La pianta del 1624, collegata alle relazioni dei visitatori apostolici, Valier nel 1579 e Priuli del 1603, e alle bolle datate ancora prima del Vescovo di (Lesina), Pritić, offrono una chiara immagine dell ' evoluzione della chiesa. A differenza delle altre fortificazioni di edifici sacri sul territorio del comune di Lesina, dove è fortificato l'edificio stesso, la pianta prevede la costruzione di una fortificazione intorno alla chiesa. I disegni sono attribuiti all ' ingegnere militare Agostino Alberti in base ad una lettera nella quale il conte e provveditore di Lesina Marino Sagredo, il 13 marzo 1625, informava il provveditore generale Francesco Molino di aver precedentemente inviato l ' ingegnere suddetto a Lissa perchè progettasse la fortificazione di Muster. Il fatto che il disegno pubblicato della prefortificazione a Muster sia datato al 1624, mentre nel marzo 1625 si parla del precedente invio dell 'Alberti, fa ritenere che Agostino Alberti abbia eseguito il disegno alla fine del 1624. Il confronto della grafia del testo che accompagna il disegno e del modo di disegnare permettono di affermare che il disegno per la fortezza intorno alla Madonna delle Grotte e il disegno per la fortificazione di Muster sono opera della stessa persona. Agostino Alberti, dunque, nella seconda metà del 1624 su richiesta del conte e provveditore di Lesina, Marin Sagredo, soggiornò a Lissa dove eseguì entrambi i disegni.

Hrčak ID: 115958

URI
https://hrcak.srce.hr/115958

[hrvatski]

Posjeta: 913 *