hrcak mascot   Srce   HID

Izvorni znanstveni članak

IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN

Emil Hilje ; Filozofski fakultet u Zadru

Puni tekst: talijanski, pdf (10 MB) str. 109-109 preuzimanja: 205* citiraj
APA 6th Edition
Hilje, E. (1994). IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34 (1), 109-109. Preuzeto s https://hrcak.srce.hr/115991
MLA 8th Edition
Hilje, Emil. "IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol. 34, br. 1, 1994, str. 109-109. https://hrcak.srce.hr/115991. Citirano 28.05.2020.
Chicago 17th Edition
Hilje, Emil. "IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji 34, br. 1 (1994): 109-109. https://hrcak.srce.hr/115991
Harvard
Hilje, E. (1994). 'IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN', Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34(1), str. 109-109. Preuzeto s: https://hrcak.srce.hr/115991 (Datum pristupa: 28.05.2020.)
Vancouver
Hilje E. IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji [Internet]. 1994 [pristupljeno 28.05.2020.];34(1):109-109. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115991
IEEE
E. Hilje, "IL PRTOMAESTRO ZARATINO ANDRIJA DESIN", Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol.34, br. 1, str. 109-109, 1994. [Online]. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115991. [Citirano: 28.05.2020.]
Puni tekst: hrvatski, pdf (10 MB) str. 85-108 preuzimanja: 229* citiraj
APA 6th Edition
Hilje, E. (1994). ZADARSKI PROTOMAJSTOR ANDRIJA DESIN. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34 (1), 85-108. Preuzeto s https://hrcak.srce.hr/115991
MLA 8th Edition
Hilje, Emil. "ZADARSKI PROTOMAJSTOR ANDRIJA DESIN." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol. 34, br. 1, 1994, str. 85-108. https://hrcak.srce.hr/115991. Citirano 28.05.2020.
Chicago 17th Edition
Hilje, Emil. "ZADARSKI PROTOMAJSTOR ANDRIJA DESIN." Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji 34, br. 1 (1994): 85-108. https://hrcak.srce.hr/115991
Harvard
Hilje, E. (1994). 'ZADARSKI PROTOMAJSTOR ANDRIJA DESIN', Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, 34(1), str. 85-108. Preuzeto s: https://hrcak.srce.hr/115991 (Datum pristupa: 28.05.2020.)
Vancouver
Hilje E. ZADARSKI PROTOMAJSTOR ANDRIJA DESIN. Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji [Internet]. 1994 [pristupljeno 28.05.2020.];34(1):85-108. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115991
IEEE
E. Hilje, "ZADARSKI PROTOMAJSTOR ANDRIJA DESIN", Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji, vol.34, br. 1, str. 85-108, 1994. [Online]. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/115991. [Citirano: 28.05.2020.]

Sažetak
Il protomaestro Andrija Desin è una delle personalità ricordate più spesso negli scritti notarili della città di Zara nel corso del XIV secolo. Possiamo seguirne l'attività dal 1350 al 1394, documenti ritrovati di recente testimoniano che era particolarmente facoltoso e legato alle personalità più in vista del circolo oligarchico zaratino e, quale protomaestro comunale, anche alla maggior parte degli architetti di quel tempo. Risulta inoltre che Andrija non era solo costruttore, come si è ritenuto finora , ma soprattutto progettista-architetto, e che i suoi progetti e le sue direttive improntarono tutti i maggiori interventi edilizi nella Zara angioina. I documenti hanno confermato che progettò la ricostruzione del castello di S. Michele sull'isola di Ugljan e del presbiterio della chiesa di S. Michele a Zara, e della chiesa del convento di S. Caterina e del palazzo del mercante Nikola Mihovilov che non si sono conservati. In base alle concordanze stilistiche, invece, e tenendo presente il ruolo avuto dal maestro nella diffusione delle forme architettoniche gotiche, si può presumere sua anche la progettazione della ricostruzione e della costruzione delle chiese nei possedimentidel convento di Rogovo (Čokovac, Rogovo, Gorica, Sv. FilipiJakov) , e forse del presbiterio della chiesa di S. Ambrogio a Nin, e della ricostruzione della navata nord della chiesa di S. Simeone a Zara. Le opere citate rivelano il protomaestro Andrija come il rappresentante di un'espressione stilistica depurata e semplificata, che combina le formebase dell'arte gotica (le absidi quadrate, le volte a crociera costolonate, gliarchi acuti, la perforazione caratteristica delle finestre) con l'inclinazione tradizionale verso le solide strutture delle masse murarie in pietra. Inoltre, il suo ruolo di progettista in tutti i maggiori interventi edilizi a Zara, getta nuova luce anche sul quadro complessivo del processo di realizzazione dei complessi architettonici della Dalmazia di quel tempo, vale a dire, dimostra che accanto al committente e all'esecutore dei lavori,vi era spesso una terza figura di esperto- l' architetto, che organizzava l'articolazione artistica dell'edificio.

Hrčak ID: 115991

URI
https://hrcak.srce.hr/115991

[hrvatski]

Posjeta: 643 *