hrcak mascot   Srce   HID

Ostalo

L'ARCIVESCOVADO DI ZARA (ZADAR)

Pavuša Vežić

Puni tekst: hrvatski, pdf (39 MB) str. 17-35 preuzimanja: 147* citiraj
APA 6th Edition
Vežić, P. (1979). Nadbiskupska palača u Zadru. Peristil, 22 (1), 17-35. Preuzeto s https://hrcak.srce.hr/158314
MLA 8th Edition
Vežić, Pavuša. "Nadbiskupska palača u Zadru." Peristil, vol. 22, br. 1, 1979, str. 17-35. https://hrcak.srce.hr/158314. Citirano 07.04.2020.
Chicago 17th Edition
Vežić, Pavuša. "Nadbiskupska palača u Zadru." Peristil 22, br. 1 (1979): 17-35. https://hrcak.srce.hr/158314
Harvard
Vežić, P. (1979). 'Nadbiskupska palača u Zadru', Peristil, 22(1), str. 17-35. Preuzeto s: https://hrcak.srce.hr/158314 (Datum pristupa: 07.04.2020.)
Vancouver
Vežić P. Nadbiskupska palača u Zadru. Peristil [Internet]. 1979 [pristupljeno 07.04.2020.];22(1):17-35. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/158314
IEEE
P. Vežić, "Nadbiskupska palača u Zadru", Peristil, vol.22, br. 1, str. 17-35, 1979. [Online]. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/158314. [Citirano: 07.04.2020.]

Sažetak
Dai risultati ottenuti nelle ricerche delI'arclvescovado di Zara vennero stabiliti alcuni valori importanti per la cultura e I'arte della Dalmazia. Gli studi archeologici hanno cloć rilevato che il palazzo, come del resto anche I'intero complesso, sono sorti dai collegamenti in Iinea retta delI'antico rastrello urbano, tramandandone la continuitš in questa parte della citta a tutt'oggi. Fu ribadita inoltre I'origine temporale paleocristiana del palazzo, e cosi fu completata la conoscenza di tutti gli elementi fondamentali riguardanti il complesso episcopale paleocristiano di Zara. La forma originaria del vescovado non ć conosciuta a sufficenza, ma ć assodato il rapporto di questo spazio nei confronti del complesso del Duomo. Dapprima esso non era appoggiato alla chiesa. Cio avvenne nei primo medio evo, allorche sul posto deli'ex taverna romana fu eretta una cisterna. Si tratta di una costruzione unica del tempo e del tipo in Dalmazia. L'arcivescovado fu due volte riadattato: la prima volta in stile romanico, la seconda in gotico-rinascimentale. Al secondo periodo appartiene anche la commessa per i modelli delle decorazioni in pietra del palazzo. Essa fu, per un tramite, inviata a Donatello, e reca la data del 1453. I festoni di pietra, effettuati in base a tali modelli, rappresentano I'avvento deli'arte rinascimentale neil'architettura dalmata. Non ć noto chi l i a vesse scolpiti. Soltanto uno di questi si richiama alle scolpiture molto simili di Nicola il Fiorentino. Tutti i lavori riguardanti la ricostruzione del palazzo furono commissionati nel XV secolo dali' arcivescovo di Zara M. Valaresso. Nei XIX secolo il palazzo fu
rimodernato un'altra volta. In tal e occasione esso perdette I'antica struttura medievale e gran parte delle modellazioni rinascimentali in pietra. Ha montenuto pero la sua disposizione nei confronti di tutto il complesso, con il quale, durante la lunga storia della sua durata, faceva da sempre un unico insieme.

Hrčak ID: 158314

URI
https://hrcak.srce.hr/158314

[hrvatski]

Posjeta: 344 *