hrcak mascot   Srce   HID

Ostalo

Il vescovo Josip Juraj Strossmayer e il patrimonio cirillometodiano-glagolitico

Andrija Šuljak

Puni tekst: hrvatski, pdf (2 MB) str. 275-294 preuzimanja: 552* citiraj
APA 6th Edition
Šuljak, A. (1994). Biskup Josip Juraj Strossmayer i ćirilometodsko - glagoljska baština. Diacovensia, 2 (1), 275-294. Preuzeto s https://hrcak.srce.hr/37756
MLA 8th Edition
Šuljak, Andrija. "Biskup Josip Juraj Strossmayer i ćirilometodsko - glagoljska baština." Diacovensia, vol. 2, br. 1, 1994, str. 275-294. https://hrcak.srce.hr/37756. Citirano 19.10.2021.
Chicago 17th Edition
Šuljak, Andrija. "Biskup Josip Juraj Strossmayer i ćirilometodsko - glagoljska baština." Diacovensia 2, br. 1 (1994): 275-294. https://hrcak.srce.hr/37756
Harvard
Šuljak, A. (1994). 'Biskup Josip Juraj Strossmayer i ćirilometodsko - glagoljska baština', Diacovensia, 2(1), str. 275-294. Preuzeto s: https://hrcak.srce.hr/37756 (Datum pristupa: 19.10.2021.)
Vancouver
Šuljak A. Biskup Josip Juraj Strossmayer i ćirilometodsko - glagoljska baština. Diacovensia [Internet]. 1994 [pristupljeno 19.10.2021.];2(1):275-294. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/37756
IEEE
A. Šuljak, "Biskup Josip Juraj Strossmayer i ćirilometodsko - glagoljska baština", Diacovensia, vol.2, br. 1, str. 275-294, 1994. [Online]. Dostupno na: https://hrcak.srce.hr/37756. [Citirano: 19.10.2021.]

Sažetak
Al patrimonio cirillometodiano-glagoliticio Strossmayer s'awicino attraverso i suoi amici slovacchi e cechi durante gli studi teologici fatti a Budapeste a'Wienna. Piu tardi nei primi anni della sna attivita vescovile conobbe e fece amicizia, destinata a durare tutta la vita, con il padre degli studi cirillometodiani in Croazia, Franjo Rački. Attorno a Strossmayer e Rački presto si raduno un circolo di seguaci: vescovi, sacerdoti, storici e filologi i quali s'impegnarono al
risveglio dello spirito cirillometodiano-glagolitico, all'adozione della lingua paleoslava nella liturgia di tutte le diocesi croate, difesero questo parimonio quando fu minaciato - e la vecchia monarchia era molto diffidente ed ostile verso il patrimonio paleoslavo - e nello stesso tempo gettarono un ponte verso gli Slavi ortodossi, prima di tutto sulla penisola Balcanica. Alla rinascita dello spirito cirillometodiano-glagolitico presso i Croati diedero un orietamento
unionistico.
L'unione delle Chiese per lui significa l'unione della Chiesa cattolica con le Chiese ortodosse, o piu precisamente, soltano con le Chiese ortodosse slave. Essa si deve realizzare sui principi del pluralismo delle lingue, delle tradizioni, delle discipline etc. Le Chiese consorelle devono trovarsi unite sotto unico capo visibile, cioe sotto il vicario di Cristo, successore di San Pietro: nello spirito cirillometodiano. E allora cosi uniti i popoli slavi saranno capaci di compiere la loro grande missione - rianimare e salvare la fede e la cultura cristiane.
Il vescovo Strossmayer predicava spesso sui Cirillo e Metodio, li raccomandava quali maestri e modeli della vita cristiano-ecclesiastica, scrisse bellissime lettere pastorali dedicate agli apostoli degli Slavi, alla sua chiesa catedrale diede carattere cirillometodiano... Era l'anima e il sostegno materiale
del movimento cirillometodiano-glagolitico nella Croazia - in un certo senso anche nella Monarchia.

Hrčak ID: 37756

URI
https://hrcak.srce.hr/37756

[hrvatski]

Posjeta: 1.091 *