Skoči na glavni sadržaj

Izvorni znanstveni članak

Isabella Teotochi Marin e Miho Sorkočević: un'amicizia letteraria

Žarko Muljačić


Puni tekst: hrvatski pdf 3.676 Kb

str. 137-147

preuzimanja: 103

citiraj


Sažetak

L’autore analizza una nuova fonte per la biografia del letterato e politico croato Miho Sorkočević (Michele di Sorgo) (1739-1796), scoperta da M. Dal Corso nella Biblioteca Civica di Verona (Carteggio Albrizzi, busta VII, fondo G4S). Si tratta di 32 lettere scritte dal Sorkočević fra agosto 1786 e settembre 1795 alla dotta signora Isabella Teotochi (1760-1836), moglie di C. A. Marin e, dal 1796, di G. Albrizzi. Il palazzo di questa bella scrittrice italiana di origine greca fu durante quasi sessantanni il migliore indirizzo letterario e culturale di
Venezia, in cui si raccoglievano intro alla "Madame de Staël veneziana" scrittori, scienziati e dignitari di quasi tutti i paesi europei. Fra i suoi ospiti (e in parte amici) figurano almeno sei Croati dalla Dalmazia.
Queste lettere (in tutto un centinaio di pagine scritte in italiano con inserti in latino e in inglese) ci offrono non solo molti dati biografici e bibliografici sconosciuti sul loro scrittore (nonché sul suo fratello Lukša, 1734-1789, e sul figlio di questi Antun, 1775-1841) ma riflettono anche gli stati d’animo regnanti fra i membri della classe dirigente della piccola Repubblica di Dubrovnik (Ragusa) durante l’ultima guerra austro-turca 1788-1791 e dopo lo scoppio della Rivoluzione Francese. Esse aprono nel contempo nuovi interrogativi su un’alleanza segreta mal riuscita fra Ragusa e l’imperatore Giuseppe II nella sua qualità di re ungarocroato.

Ključne riječi

Miho Sorkočević, Isabella Teotochi Marin, lettere

Hrčak ID:

239942

URI

https://hrcak.srce.hr/239942

Podaci na drugim jezicima: hrvatski

Posjeta: 279 *