Skoči na glavni sadržaj

Pregledni rad

IL COMUNE DI TRIESTE E L’ACQUEDOTTO DEL RISANO. UN PROGETTO IRREALIZZATO

Kristjan Knez ; Centro di ricerche storiche Rovigno


Puni tekst: talijanski pdf 807 Kb

str. 479-537

preuzimanja: 54

citiraj


Sažetak

La crescita economica e l’aumento demografico di Trieste rivelarono il problema
dell’approvvigionamento idrico alla città. Le perduranti siccità della fine degli anni Sessanta
del XIX secolo spinsero il Comune ad esaminare delle soluzioni per risolvere il problema del
fabbisogno d’acqua. Nel 1870, l’ingegnere zurigheseArnold Bürkli e i colleghi triestini Luigi
Buzzi, Carlo Vallon e Rodolfo Kühnell, proposero lo sfruttamento del fiume Risano. Nel 1873
il Comune di Trieste accolse il progetto, ritenuto il più idoneo. La Giunta provinciale dell’Istria
richiese un parere in merito al Comune di Capodistria, che riunì il suo Consiglio nella seduta
straordinaria del 20 marzo 1873 esprimendosi favorevolmente. I lavori non furono mai intrapresi.

Ključne riječi

Risano, approvvigionamento idrico, acquedotti, Trieste, Capodistria, Istria, XIX secolo

Hrčak ID:

241732

URI

https://hrcak.srce.hr/241732

Podaci na drugim jezicima: hrvatski

Posjeta: 131 *