Skoči na glavni sadržaj

Izvorni znanstveni članak

NOTIZIE STORICO-ARALDICHE DI POLA

Ondina Krnjak ; Museo archeologico dell’Istria Pola
Giovanni Radossi ; Centro di ricerche storiche Rovigno


Puni tekst: talijanski pdf 16.045 Kb

str. 115-206

preuzimanja: 72

citiraj


Sažetak

L'araldica polese trae comuni origini dalla diffusa consuetudine delle famiglie patrizie o
notabili, dei rappresentanti della chiesa, del potere politico, militare ed amministrativo, di affiggere i
propri blasoni sulle facciate dei palazzi aviti, su architravi, pozzi, pietre tombali, cinte urbane, torri e
porte cittadine, ecc. È fuori dubbio che le prime attestazioni araldiche polesi si possano far ri salire
all 'evoluzione ed alla storia dello stemma comunale. Forse nessuna città dell ' lstria poteva vantare,
nel tardo medioevo, un patriziato così antico quanto P o la, o ve si di stinsero i Do/fin, i Memmo. i P o/ani
ed i Semitecolo. La raccolta araldica è passata non indenne attraverso le vicende tempestose della
città, con l'alternarsi di numerose amministrazioni politiche dopo la caduta della Serenissima, e, nel
corso del secondo conflitto mondiale, con numerosi bombardamenti. Dopo il 1947, il radicale
cambiamento delle strutture politiche, ha prodotto l'esodo quasi totale della popolazione urbana,
determinando l'incuria dei monumenti araldici, che in parte sono scomparsi. Dopo il 1988, la raccolta
viene risi stemata in parte, grazie all ' intervento del Comune e del Museo Archeologico di Pota. In
totale i blasoni presentati sono l 02, tra i quali predominano quelli dei conti e provveditori, dei vescovi
e delle casate locali polesi.

Ključne riječi

Hrčak ID:

242777

URI

https://hrcak.srce.hr/242777

Podaci na drugim jezicima: hrvatski

Posjeta: 177 *