Skoči na glavni sadržaj

Ostalo

La famiglia come luogo della crescita nella fede delle generazioni future

Tonči Trstenjak ; Papinsko učilište Gregorijana u Rimu, Rim, Italija


Puni tekst: hrvatski pdf 278 Kb

str. 533-556

preuzimanja: 609

citiraj


Sažetak

L'artiocolo ha tre parti.
Nella prima parte si svolge l'argomento che la religione fa la parte integrale della natura umana. Perciò la ragione dell' ottimismo per il futuro della religione sta nel fatto che il futuro della religione è quello dell'uomo stesso.
Nel'odierna secolarizzazione ed emarginazione della religione dalla vita sociale alcuni vedono la prossima fine del senso religioso, perché, secondo loro, il fenomeno religioso sia il fatto tipico solo per la fase prescientifica dell'umanità. Le ricerche scientifiche sul fenomeno religioso dimostrano invece che la religiosità è fondata nella profonda natura dell'uomo. Anche se il processo di secolarizzazione come pure quello di emarginazione della religione dal mondo esterno di oggi sono forti, esistono sempre varie forme di religiosità.
La questione sul futuro della religione non è equivalente al problema del futuro della Chiesa. La storia della Chiesa dimostra varie oscillazioni della fede in diverse parti del mondo. Certo, il futuro della Chiesa è garantito da Gesù stesso; il futuro però della Chiesa locale in un popolo o in una regione dipende dai vari fattori esterni. I cristiani sono responsabili per il prossimo futuro della Chiesa nelle loro famiglie, nel popolo in cui vivono. Il nostro futuro cristiano dipende in gran parte dalla situazione odierna. I cristiani devono essere programmatori del prossimo futuro della Chiesa.
Nella seconda parte dell'articolo si dimostra la situazione della famiglia nella società preindustriale e industriale in relazione al fenomeno religioso. E' un'analisi per poter capire meglio la problematica odierna. Quest'analisi è stata sviluppata nel famoso libro del prof. Giancarlo Milanesi dell'Università Pontificia Salesiana »La famiglia sacrale o secolarizzata?».
Nella terza parte si sviluppa l'argomento che la famiglia è luogo autentico dell'educazione religiosa dei propri figli. Il Concilio Vaticano secondo nella costituzione «Lumen gentium« n. 11 dice che la famiglia cristiana è »la Chiesa domestica*. Il sacramento del matrimonio diventa così ciò che costituisce una nuova chiesa. E' certo che la famiglia deve vivere la propria ecclesialità nella comunione con le altre Chiese e con la Chiesa universale.
In tale situazione la famiglia è sempre piià responsabile per l'atteggiamento religioso dei propri figli. L'educazione religiosa è un compito molto difficile nei nostri tempi secolarizzati, essendo la religione emarginata dalla società, la quale a volte è apertamente ostile verso l'atteggiamento religioso dei suoi membri.
La Chiesa per lo più non ha proprie strutture per l'educazione religiosa. I cristiani devono crescere nella fede e nella maturazione umana in qualsiasi situazione. Nell'educazione il cristianesimo porta una dimensione sopranaturale. I sacramenti sono il vero aiuto per la maturazione cristiana.
Nella prassi odierna dell'educazione religiosa esistono tanti momenti negativi che devono essere oggetto del nostro lavoro pastorale per le famiglie. L'educazione religiosa ha le prime basi nella prassi religiosa e nell'esempio dei genitori. La religiosità si riceve in modo globale dalla famiglia, non come una sovrastruttura, ma come parte integrale della vtia. I genitori dovrebbero vivere la propria religiosità con spontaneità, senza paure o dubbi. Essi devono diventare insegnanti o catechisti, ma devono restare i genitori sempre nella piiì ricca autenticità con se stessi, di fronte a Dio, in relazione agli altri.

Ključne riječi

Hrčak ID:

57266

URI

https://hrcak.srce.hr/57266

Podaci na drugim jezicima: hrvatski

Posjeta: 1.030 *