Skip to the main content

Original scientific paper

Tideo Acciarini, un magister scholarum d’Oltreadriatico nella Dalmazia umanistica

Smiljka Malinar


Full text: italian pdf 767 Kb

page 63-83

downloads: 742

cite


Abstract

Al marchigiano Tideo Acciarini, che nella seconda metà del ‘400 trascorse 20 anni in Dalmazia in qualità di insegnante e rector scholarum, viene att ribuito un importante ruolo nella promozione degli studi umanistici e nella formazione di diverse generazioni
di letterati di quella regione. Acciarini ebbe tra i suoi allievi alcuni dei più insigni futuri umanisti dalmati, tra cui Marko Marulić raggiunse fama europea con le sue opere latine. Ma il contributo di Acciarini si inserisce in un più vasto movimento di promozione delle humanae litterae, portato avanti sia da protagonisti locali (spesso reduci da soggiorni in Italia) sia da quelli di provenienza apenninica (oltre ai magistri, in primo luogo i notai e i cancellieri dei comuni dalmati). Il presente articolo prende spunto da un contributo dello slavista tedesco Wilfried Potthoff , che rileva in particolare gli aspetti transculturali dell’attività letteraria in Dalmazia dal quindicesimo
al diciottesimo secolo, menzionando anche Acciarini. Da parte nostra, contribuiremo a una maggiore contestualizzazione dell’operato di Acciarini, evocando i principali aspetti, personaggi e risultati dell’ambiente culturale dalmata nel periodo in cui lui stesso vi costituì una presenza di notevole rilievo, considerando anche gli anni precedenti e successivi al suo soggiorno.

Keywords

Dalmazia, circoli umanistici, Tideo Acciarini, Marko Marulić, Juraj Šižgorić, Ilija Crijević, magistri scholarum, autori classici, petrarchismo

Hrčak ID:

130150

URI

https://hrcak.srce.hr/130150

Article data in other languages: croatian

Visits: 1.188 *