Skip to the main content

Original scientific paper

La camera confederale del lavoro di Trieste e il governo militare alleato: amici o nemici riflessioni sui rapporti tra il sindacato democratico e le autorità anglo-americane nella zona A

Ivan Buttignon ; Università di Trieste


Full text: italian pdf 1.131 Kb

page 43-80

downloads: 386

cite


Abstract

Il presente lavoro intende indagare i rapporti tra i Sindacati Giuliani, poi
Camera Confederale del Lavoro provinciale di Trieste, e il Governo Militare Alleato
durante gli anni della Zona A, al fine di contribuire a colmare una grave lacuna storiografica.
La rilevanza politica e culturale del sindacato democratico a Trieste riposa
proprio nelle trame relazionali con il GMA, per due motivi largamente ignorati dalla bibliografia.
Il primo risiede nel suo ruolo di argine nei confronti dell’avanzata sindacale
comunista e soprattutto filo-jugoslava, propizia agli anglo-americani nel contesto della
Guerra fredda, grazie al quale impedisce ai Sindacati Unici di monopolizzare la rappresentanza
dei lavoratori giuliani. Il secondo motivo afferisce al suo potere di opporsi con
successo, e in misura maggiore rispetto a qualsiasi altra organizzazione triestina, alla
volontà politica del GMA. Il sindacato democratico svolge pertanto il doppio ruolo di
antemurale nei confronti del pericolo comunista e di decisore supremo del trionfo delle
dimostrazioni filo-italiane.

Keywords

Camera Confederale del Lavoro di Trieste, Governo militare alleato, Zona A, guerra fredda, patriottismo giuliano, Venezia Giulia

Hrčak ID:

170217

URI

https://hrcak.srce.hr/170217

Article data in other languages: croatian

Visits: 562 *