Skoči na glavni sadržaj

Stručni rad

https://doi.org/10.31727/m.22.3.2

Politica comune della pesca dell’UE come opportunità per il settore della pesca in Croazia

Ornella Mikuš orcid id orcid.org/0000-0001-8116-3159 ; Agronomski fakultet, Sveučilište u Zagrebu, Hrvatska
Erwin Ćuskić ; Agronomski fakultet, Sveučilište u Zagrebu, Hrvatska
Mateja Jež Rogelj orcid id orcid.org/0000-0002-7259-8019 ; Agronomski fakultet, Sveučilište u Zagrebu, Hrvatska


Puni tekst: hrvatski pdf 3.870 Kb

str. 218-226

preuzimanja: 392

citiraj


Sažetak

La politica comune della pesca dell’UE (PCP) deve rispondere a questioni sempre più complesse riguardanti il settore della pesca. La gestione sostenibile delle risorse ittiche, la risposta ai cambiamenti climatici senza minacciare le condizioni socioeconomiche dei pescatori, oltre alla regionalizzazione e alla semplificazione dell’implementazione, richiedono riforme strutturali della politica della pesca e del settore ittico. Con l’adesione all’UE, la Croazia ha avuto l’opportunità di incrementare notevolmente gli importi degli aiuti da investire nel settore della pesca, salvo operare determinati adattamenti della propria legislazione interna e nel rispetto degli obiettivi della politica comune della pesca. L’incremento degli aiuti e il più ampio spettro di misure possono agevolare l’elevazione delle competitività del settore, la promozione della pesca sostenibile, il miglioramento delle condizioni socioeconomiche per i pescatori e la promozione della “crescita blu”.

Ključne riječi

pesca, politica, legislazione, aiuti, Croazia, Unione europea

Hrčak ID:

238416

URI

https://hrcak.srce.hr/238416

Podaci na drugim jezicima: hrvatski engleski njemački španjolski

Posjeta: 1.272 *